Aggiornare la versione di PHP

Procedure di aggiornamento di PHP

Se vuoi mantenere il tuo sito web funzionante e sicuro, è una buona idea mantenere la versione di PHP il più aggiornata possibile. Ci sono molti motivi utili per cui si dovrebbe aggiornare la versione PHP sui propri siti, come rimanere al passo con le ultime correzioni di bug e problemi di sicurezza ed essere in grado di ottenere gli ultimi aggiornamenti dei propri temi e plug-in preferiti. Non sempre aggiornare PHP è un’esperienza fluida. Ci sono alcune cose da tenere a mente prima di aggiornare la versione di PHP sul tuo sito o server. 

Non tutti i temi e i plug-in potrebbero supportare le versioni più recenti di PHP. Dovrai controllare la documentazione per i plug-in e i temi che stai utilizzando per assicurarti che supportino la versione PHP a cui stai aggiornando. Se non sei sicuro che un determinato tema o plug-in funzionerà con le versioni più recenti di PHP, contatta l'autore del plug-in o del tema. 


ATTENZIONE! Prima di aggiornare la versione di PHP è sempre una buona idea eseguire un backup del sito web! 

 

Hosting condiviso

Se sei su una piattaforma di hosting condiviso, molto probabilmente, il tuo host ha alcune versioni selezionate di PHP tra cui scegliere. Spesso questi possono essere cambiati dal cpanel o dal pannello di controllo personalizzato fornito dal tuo host. Ad esempio, nel caso di un blog creato con Wordpress.com, è la piattaforma stessa a gestire tutta la parte di amministrazione del dominio e la procedura di aggiornamento di PHP è molto semplice. Basta recarsi nel sottomenù “Configura hosting” dalle impostazioni e scorrere in basso per poter cambiare la versione di PHP del proprio sito.

 

VPS (Virtual Private Server):

Nel caso di un VPS, la procedura da seguire è meno automatizzata in quanto stiamo amministrando uno spazio che è solo nostro e non in condivisione, i passaggi di solito includono accedere alla propria interfaccia Web Host Manager. Assicurarsi di accedere utilizzando il protocollo https. Da qui si dovrebbe avere accesso al componente EasyApache che permette, con una procedura guidata, di impostare il proprio hosting. Nel caso in cui questo tool non fosse disponibile o non si sia sicuri di quali comandi eseguire, è consigliato fare riferimento al proprio host e alla relativa documentazione.